cose-semplici_mary-pantone

Cose semplici. Il piacere di scegliersi

Basta poco. Basta un niente per cambiare tutto. Una parola, un gesto, uno sguardo e il dettaglio che arriva nelle cose semplici. Solitamente nei ritmi quotidiani, frenetici e dinamici, siamo distratti dalla confusione e vittime di un multitasking che assorbe energie invece di risparmiarle. Ecco perchè ogni tanto è necessario fermarsi e stupirsi delle piccole cose semplici.

Una delle difficoltà maggiori dell’essere freelance è organizzare i tempi e gli spazi. Ci sono momenti che ci vengono a cercare bussando ad una porta che fingiamo di non saper aprire, rimandando – ancora una volta – il tempo per le cose semplici.

Mentre gli impegni sull’agenda ci osservano minacciosi, arrivano mail e telefonate che allungano la lista di una giornata destinata ad un tempo limitato. Difficile cedere alla tentazione di spegnere il computer, di alzarsi e uscire. È più importante produrre evitando così l’insoddisfazione e la frustrazione. Eppure nell’imperfezione troviamo l’ispirazione e il coraggio.

Gli aspetti per noi più importanti delle cose sono nascosti proprio per via della loro semplicità e familiarità. Ludwig Wittgenstein

Scegliere di camminare invece di correre, di fermarsi invece di continuare. Scegliere di sorridere e mettere da parte l’agenda, giusto per qualche ora, giusto il tempo di entusiasmarsi davanti alle cose semplici.

Ma cosa significano le cose semplici?

Diventare protagonista. È l’essenza di un momento lasciato al caso, di un abbraccio silenzioso, di una passeggiata in un posto giusto, di una parola detta senza aver paura, di un gesto fatto senza timore. Dimenticare scadenze e orari, accettare le differenze, riconciliarsi con il mondo coinvolgendo le emozioni e i sensi.

Il segreto della felicità sta nell'avere un genuino interesse per tutti i dettagli della vita quotidiana. William Morris

La meraviglia di tutto questo è nascosta nelle cose essenziali che non abbiamo tempo né coraggio di apprezzare. L’importante è circondarsi di cose semplici, di propositi creativi e di libertà mentre illuminiamo il quotidiano.

Le cose semplici sono spesso quelle creative. E la creatività è sottrazione.

cose-semplici_mary-pantone

“La creatività è sottrazione” dal libro Ruba come un artista

“Viveva ogni cosa così come veniva, senza chiedersi niente, senza cercare di capire, senza neppure sospettare che un giorno ci sarebbe stato qualcosa da capire. Georges Simenon - La camera Azzurra ”

Da qualche giorno sto cercando di capire quali sono le cose semplici della mia vita, quelle spontanee e quelle organizzate. Ed oggi inizio la lista, che spero possa ispirare anche te. Ognuno può scegliere i propri metodi, l’importante è vivere la spontaneità dei piccoli eventi.

  • Preparare un dolce

    cose-semplici_mary-pantone

    Le domeniche a casa, quelle fatte di #coseSemplici e della gioia di aver realizzato – finalmente – una torta di mele buona, che è piaciuta anche a papà.
    In foto: la metà che è rimasta ed io soddisfatta.
    #InAbruzzoPuoi preparare bontà a KM0
    🎥 Ricetta di Chiarapassion – provatela, ci sono riuscita io!

Curare tutti i passaggi sin dalla preparazione degli ingredienti sul tavolo di lavoro, scegliere il grembiule dal cassetto dove la mamma li conserva in ordine profumati e stirati, e iniziare a fare senza fretta. Unire uno ad uno tutti gli ingredienti e attenersi alla ricetta. Aspettare la cottura del dolce sbirciando dal vetro del forno, e controllare i minuti che mancano. Questo ci dà l’opportunità di rallentare e di impegnare tutti i sensi. E poi, finalmente, portarla in tavola, per condividerla e gustarla insieme.

  • Stare a contatto con la natura

foliage-abruzzo-mary-pantone

Bisogna perdersi per poi ritrovarsi.
Avevo voglia di fare una nuova esperienza, di dedicare del tempo a me ed ho scelto di passeggiare nel Bosco di Sant’Antonio per assistere alla magia del Foliage.

Di quanto sia importante perdersi per poi ritrovarsi ne ho parlato qui, e più passato i giorni e più questa esperienza nel Foliage in Abruzzo è una delle cose semplici che ho vissuto nell’ultimo periodo. Un pensiero che quando torna mi fa sorridere spontaneamente, quindi è bello rendermi conto che gli effetti continuano anche dopo averla vissuta.

  • Scoprire, fermarsi e ammirare

cose-semplici_mary-pantone-2

Momenti d’improvvisa semplicità nella natura

Ero in macchina con mamma quando abbiamo notato questa parete naturale dalle mille sfumature. In un attimo abbiamo deciso di fermarci e di scoprire con entusiasmo l’arrivo della nuova stagione. Avremmo potuto continuare a percorrere quella strada, invece, ci siamo perse nei dettagli di una casa semi abbandonata, ed abbiamo trascorso un momento insieme: io e lei tra le foglie, le foto e i sorrisi.

  • Passeggiare sul mare

cose semplici-mary-pantone-2

Il Trabocco, uno dei simboli dell’Abruzzo sospeso tra cielo e mare.

Toglietemi tutto ma non il mare. Qualsiasi sia la stagione il rumore e i colori del mare riescono a migliorare l’umore, si può staccare la spina e nell’ammirare l’orizzonte posando lo sguardo sul blu tutto sembra possibile e raggiungibile.

  • Pensare e vivere Hygge

cose semplici-mary-pantone-3

Incanto passeggero di un momento semplice.

Preparare una tisana, aprire un libro e accendere una candela. Il metodo danese dei piaceri quotidiani ce lo insegna eppure a noi sembrano gesti scontati ai quali non prestiamo la giusta attenzione. Vivere il momento o uno spazio attraverso le sensazioni con un atteggiamento leggermente ansioso che ci aiuta ad essere presenti con consapevolezza.

  • Incontrare: evitare il digitale, respirare analogico

cose-semplici_mary-pantone

Cena a casa di Claudia. Cosa mangiamo? Facciamo un salto in oriente tra una chiacchiera e l’altra.

Siamo ossessionati dall’organizzare tutto alla perfezione, tanto che rinunciamo ad una cena tra amiche se la casa non è in ordine e restiamo a parlare con loro tramite uno schermo. Qualche sera fa ero a Milano  ci siamo riunite tra amiche, ho invitato anche un’altra ragazza ed è stata una delle cene improvvisate più belle di sempre. Dal virtuale al reale è il mio stile, dovrei curarlo con più frequenza.

Complicare è facile, semplificare é difficile. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare. Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere. Togliere invece che aggiungere vuol dire riconoscere l’essenza delle cose e comunicarle nella loro essenzialità.Bruno Munari

Queste sono le cose semplici che rendono speciali i momenti di tutti i giorni. Scrivimi nei commenti quali sono le tue #CoseSemplici e confrontiamoci sulla straordinarietà di tutto questo universo.

No Comments

Post A Comment